L’ingresso di Villa Sciarra rappresenta per me da sempre una porta sull’immaginazione.
L’affaccio sul verde che si scorge attraverso il varco tra le Mura Gianicolensi, dischiude una serie di visioni fantastiche, dove luci, forme e colori variano a seconda delle stagoni. Queste molteplici variazioni sono interpretate e restituite in forma materica attraverso tecniche miste di ricamo su seta, cucite su ceramica.

Questo lavoro descrive un avvenimento piuttosto silenzioso del nostro presente ma in costante emergenza.
Pur non utilizzando tecnologie innovative e all’avanguardia, attraverso uno spiraglio, viene mostrata una meravigliosa occasione, riconsiderare i nostri effettivi bisogni, quelli che ormai sembra scontato aver perso.



Vedi di più

© Copyright Federica Paglia 2021 Ph.all rights reserved
P.iva 14066151003 C.F PGLFRC88E45H501X
Privacy PolicyCookies Policy